Archivio per la categoria ‘Presentazioni’

Dopo tanti tentativi andati a vuoto, venerdì scorso a Laigueglia si è finalmente realizzato il mio sogno di abbinare la presentazione della mia docu-fiction Il Muro a un workshop di spray art. Merito degli albergatori di Laigueglia che per promuovere il loro bel sito Quilaigueglia.it, dedicato agli eventi, le storie, i personaggi, i luoghi del paese, hanno organizzato per il 13 luglio un grande evento in piazza, che ha chiamato da Milano la popolare crew dei TMH per realizzare uno spettacolare disegno a tema vacanziero, mentre io presentavo il mio libro nel vicino anfiteatro, insieme al giornalista Giò Barbera, corrispondente dell’Ansa per la provincia di Savona e direttore del bimestrale Momenti di Gusto.

Ilprosa, Jin e Zelig hanno fatto uno splendido lavoro, ricevendo i complimenti sia di turisti e residenti sia dei tanti colleghi giornalisti accorsi a assistere all’evento, tra cui Marco Raffa e Massimo Boero della Stampa.

Sul sito di Radio Savona Sound News si possono vedere le foto della serata, di cui hanno parlato anche IVG, Savona News, Liguria 2000 News.

Annunci

Lunedì 21 maggio alle 18 Il Muro sarà presentato all’Imperia Dams Festival, la prestigiosa rassegna di cultura e creatività organizzata ogni anno dall’Univesità di Imperia con la direzione artistica del locale corso di laurea in discipline dell’arte, della musica, dello spettacolo.

L’evento si svolgerà presso lo spazio della Sala Eutropia, sarà moderato dalla presidente Maurizia Migliorini e proporrà un reading dell’attore e cantante Eugenio Ripepi, che interpreterà alcuni brani del romanzo dedicati in particolare al mondo del graffitismo e alla singolare storia della città di Imperia, teatro della vicenda.

La sera di mercoledì 21 marzo a Imperia alle 21 presso l’auditorium della Società Operaia di Mutuo Soccorso in via Santa Lucia 14 a Oneglia sarò a presentare Il Muro alla rassegna letteraria Mercoledì in Giallo allestita all’interno della più ampia e articolata iniziativa Viaggio tra i Linguaggi.

Con me ci sarà il professor Giovanni Peirone, docente d’italiano presso l’Istituto Ruffini oltre che apprezzato chitarrista e cantautore. Tema della serata – offerta con ingresso libero – sarà l’approccio ai concetti di docu-fiction e true crime per raccontare quanto spesso i più disparati fatti di cronaca – come appunto quello dell’allarme sociale legato al proliferare del writing – possano diventare interessanti spunti per storie di fiction come racconti e romanzi.

L’occasione sarà sicuramente utile per rievocare anche la mia esperienza di autore a Noir Magazine, il patinato mensile della De Agostini Periodici diretto da Mauro Zola che tra il 2005 e il 2007 fece del true crime uno dei suoi cavalli di battaglia, in un momento in cui il concetto di docu-fiction in Italia non era ancora così diffuso.

All’epoca – tra le altre cose – ebbi l’interessante e complesso incarico di occuparmi della rubrica dedicata ai cosiddetti luoghi noir scovando destinazioni e vicende che potessero essere considerate sfondi ideali per vacanze da brivido come la Miami dei Marielitos cubani, la Liguria della sottile linea rossa, il Messico dei noiristi italiani, gli scenari del Codice Da Vinci di Dan Brown.

L’evento – segnalato da Mario Guglielmi sul portale I’m from IM – vedrà anche la partecipazione dello staff del bimestrale ligure di cultura e spettacolo Momenti di Gusto, che sul numero di gennaio ha dedicato un ampio servizio alla riqualificazione dei tessuti degradati delle aree urbane attraverso opere di spray art segnalando in particolare l’iniziativa Muridamare realizzata a Imperia col finanziamento del Ministero della Gioventù.

Venerdì 18 novembre ho presentato Il Muro alla fiera agro alimentare Olioliva di Imperia, in un bell’evento allestito presso la Biblioteca Civica di piazza De Amicis di Oneglia. Al mio fianco c’era il cronista Maurizio Vezzaro della Stampa,  giornalista di grande esperienza e cultura con cui ho intavolato un articolato discorso sul rapporto dei giovani protagonisti del romanzo con la realtà che li circonda, parlando non solo di graffiti e murales ma anche del dramma della tossicodipendenza e dell’importanza di bar e discoteche come luoghi di socializzazione, al di fuori del “recinto” della scuola.

Con piacere ho visto tanti amici tra il pubblico, a cominciare dalla critica letteraria Antonella Viale, il mio ex (molto ex) docente di religione al liceo Giovanni Peirone, i talenti del Dams Pamela Pepiciello e Francesco Basso, la giornalista emergente Alessandra Chiappori. Proprio Alessandra ha scritto un bel post evento della presentazione che potete leggere sul portale di informazione ligure Ponente Oggi che tra l’altro a ottobre mi aveva già dedicato questa bella intervista di Beatrice Baratto.